I cookie ci aiutano a offrire servizi di qualità. Utilizzando i nostri servizi, l'utente accetta le nostre modalità d'uso dei cookie.

Il rotary in un'ora

Buongiorno, sono il rotariano John Jacobs e io sono la rotariana Sandra Blake. Nei prossimi 60 minuti cercheremo di darvi una chiara immagine dell’essenza del Rotary International e di come possa migliorare la vita delle persone nella comunità mondiale.
Sandra sapevi che il Rotary è nato in una rude e turbolenta città del midwest degli stati uniti, un misto di esplosione demografica e teatro di continui conflitti sindacali, all’inizio del ventesimo secolo, Chicago, Illinois?

Già. "Dappertutto vedi gente ma in nessuna parte un amico", questo è come un giovane avvocato solo, Paul Harris, descriveva la vita a Chicago a quei tempi. È in tale scintillante e frenetica grande città che Paul Harris fondò il Rotary nel 1905. Paul voleva ricreare l’atmosfera d’amicizia che aveva conosciuto nel New England dove era cresciuto. Pochi potevano immaginare che quell’insieme di amicizia e servizio chiamato Rotary sarebbe fiorito e si sarebbe moltiplicato per aiutare la gente del mondo intero a costruire una vita migliore.
Ma come fece Paul Harris a scegliere il nome, Rotary?

All’inizio Paul diventò amico di tre uomini d’affari di Chicago e cominciarono ad incontrarsi settimanalmente a rotazione nei rispettivi uffici per rendere più profonda la loro amicizia e sviluppare le loro imprese professionali e d’affari. Quando pensarono a come chiamare il loro gruppo, Rotary sembrò la scelta naturale. Visto che il gruppo cresceva diventò non più molto pratico incontrarsi negli uffici dei rotariani, e gli incontri furono spostati negli hotel e nei ristoranti come sono oggi.

Per assicurarsi che i Club includessero una rappresentanza delle categorie d’affari e professionali della comunità locale, che è la forza di ogni Rotary Club del mondo, i 4 fondatori ebbero un’idea eccezionale: decisero di ammettere come socio un solo rappresentante di ogni categoria o professione, e così nacque il sistema di ammissione basato sulle classifiche. L’ammissione era su invito e anche oggi rimane tale. Dal principio i fondatori del Rotary strutturarono l’associazione in modo che gli incontri rotariani riuscissero ad essere allo stesso tempo divertenti e istruttivi.

Tutti i Rotary Club del mondo oggi mettono in pratica questi principi basilari in una visione contemporanea della cosa, con una differenza chiave: l’interesse personale reciproco è stato sostituito dal "servizio al di sopra di ogni interesse personale" ("service above self"). Questa frase è, infatti, il motto ufficiale del Rotary. La ragione del cambiamento? Era diventato molto presto chiaro a tutti che la cura dell’amicizia e dei reciproci interessi da soli non erano sufficienti a tenere in piedi un Club formato da uomini intensamente impegnati nella vita economica locale e far sì che questi si incontrassero ogni settimana. Il servizio rivolto ai meno fortunati ha dimostrato di essere una potente motivazione, visto che i rotariani riconoscono che il servizio è l’affitto che paghiamo per lo spazio che occupiamo sulla terra.

Nel 1907 il Rotary Club di Chicago intraprese il suo primo progetto di servizio alla comunità locale: erigere un punto di assistenza pubblico vicino al municipio. Il futuro corso del Rotary era adesso definito. Con le comunicazioni radio ancora difficili e il traffico aereo inesistente, l’espansione era lenta in quei primi anni, ma gli ideali rotariani si impiantavano velocemente in ogni ambiente nel quale fossero introdotti. Il secondo Rotary Club venne creato nel 1908, a San Francisco, California, Usa. Due anni dopo un altro Club nacque a Winnipeg, Manitoba, in Canada, e il Rotary diventò internazionale. Il Rotary attraversò l’Atlantico nel 1911, quando Club videro la luce a Londra, in Inghilterra, Irlanda e Belfast, nell’Irlanda del nord. Il movimento divenne veramente globale negli anni 20, quando Club nacquero dappertutto in Europa, centro e sud America, Australia, Africa e Asia.

Negli anni il Rotary ha continuato a crescere, tanto che nel 1999 c'erano circa 1.200.000 rotariani in circa 30.000 Club in 162 Paesi e aree geografiche. Queste cifre comprendono più di 80.000 donne. Le donne sono accettate nel Rotary dal 1989, quando l’organo legislativo rotariano, il Consiglio di Legislazione, stabilì di permettere ai Club di ammettere, quali membri, donne qualificate.

Il Rotary International è stata la prima associazione di servizio nel mondo. L’appello della nostra organizzazione è stato universale ed è stato fortemente imitato. Il Rotary è stato modello per il Kiwanis International, fondato nel 1915 e per il Lyons International fondato 2 anni dopo. In più lo Zonta creato nel 1919, la prima associazione si servizio femminile, modellata sul Rotary. Oltre a ciò il Rotary spianò la strada a molte altre associazioni benefiche, come la "Associazione internazionale per bimbi minorati" (1922), oggi nota come "Riabilitazione internazionale". Il Rotary gettò le basi per la Organizzazione delle Nazioni Unite per l'Educazione, la Scienza e la Cultura UNESCO; l’organizzazione nacque in seguito ad un congresso del Rotary tenutosi a Londra nel 1942. Il congresso era stato indetto per esplorare la possibilità di effettuare scambi culturali ed educativi internazionali, nonostante la terribile devastazione portata dalla seconda guerra mondiale. Come osservò l'allora primo ministro inglese Winston Churchill: "Qualsiasi persona ragionevole è in grado di riconoscere i valori morali e spirituali del Rotary". C’è infatti un profondo significato nel motto "service above self". Pochi sono quelli che non riconoscono la grande opera svolta dal Rotary in tutto il mondo libero.

Il Rotary ha posato la sua pietra miliare nel 1928, quando il Congresso Internazionale del Rotary, a Minneapolis, Minnesota, Usa, decise di creare la Rotary Foundation. La fondazione era l’idea di Arch Klumph, Presidente nel 1917 di quella che era allora nota come l’Associazione Internazionale dei Rotary Club. Alla Convention Internazionale di Atlanta, Georgia, Usa, in quello stesso anno, propose con successo la creazione di quello che chiamò un "fondo di dotazione rotariano il cui scopo era quello di permettere di fare del bene nel mondo, per mezzo di progetti di carattere umanitario ed educativo e di altre iniziative di sviluppo comunitario. Quel fondo era il precursore della RF e ricevette la sua prima contribuzione nel 1918, 26 dollari e 50 cent dal Rotary Club di Kansas City, Missouri, Usa. Nel 1998 le contribuzioni alla RF ammontavano a più di 868 milioni di dollari. Alcuni eventi nella recente storia del Rotary si sono dimostrati di notevole rilievo: ad esempio si verificò la riammissione al Rotary di Club in Ungheria, Polonia e Cecoslovacchia dopo la fine della Guerra Fredda e la creazione per la prima volta di Rotary Club in quelle che erano un tempo l'Unione Sovietica e la Jugoslavia.

Una significativa caratteristica del Rotary è la semplicità dell’organizzazione. Un rotariano è membro del suo Rotary Club e il Club è socio del Rotary International. I Club sono riuniti in Distretti, ognuno dei quali è guidato da un Governatore Distrettuale, che è un dirigente del RI e ha il compito di rappresentare il Consiglio Centrale del RI sul suo territorio. Vi sono circa 530 Distretti in tutto il mondo, suddivisi in 34 zone.

Ogni Club elegge il proprio consiglio direttivo e gode di piena autonomia entro i limiti fissati dal proprio Statuto e dal Regolamento del RI.

Il RI è amministrato da un Consiglio Direttivo di 18 membri che deve trimestralmente stabilire i programmi e gli indirizzi da seguire. Ciò è molto importante perché essi rappresentano le 6 regioni del mondo rotariano. Il Rotary unisce in una imparziale e amichevole atmosfera gente di tutte le razze, di ogni credo politico e religioso. L’appartenenza al Rotary comporta molti privilegi e anche alcuni obblighi. Dai rotariani ci si aspetta che informino la propria vita personale, professionale, e d’affari in modo da essere leali cittadini della loro comunità e del loro paese. Da ogni rotariano ci si aspetta anche che promuova gli ideali rotariani in ogni aspetto della vita, agli amici, soci in affari, e naturalmente alla generalità del prossimo.

In più, è richiesta la partecipazione regolare agli incontri settimanali del Club.

Come avete appena sentito, il Rotary è cresciuto negli anni, diventando l’appartenenza ad esso un esempio positivo.

Ma quali i molti modi in cui i rotariani vanno incontro alle necessità del prossimo? Vi state probabilmente chiedendo se i programmi di servizio rotariani si attaglino a tutto quanto detto. Sì, lo fanno. Nel 1927due soci del Club di Londra ebbero l’idea che il "service" rotariano si sarebbe potuto facilmente suddividere in 4 canali: Azione Interna, Azione Professionale, Azione di Interesse Pubblico e Azione Internazionale.

Questi canali, poi chiamati "4 Vie d’Azione", furono adottate alla Covention del RI in Belgio nel 1926 sono la struttura basilare per tutti gli odierni programmi rotariani.

La base del service rotariano è un insieme di principi condensati nello "Scopo del Rotary" che stabilisce che finalità del Rotary è di diffondere l’ideale del servire come motore e propulsore di ogni attività.

E in particolare:

Promuovere e sviluppare relazioni amichevoli fra i membri per renderli meglio atti a servire l'interesse generale.Informare ai più alti principi di rettitudine la pratica degli affari e delle professioni. Riconoscere la dignità di tutte le occupazioni utili e far sì che esse vengano esercitate nella maniera più degna, quali mezzi per servire la società.Applicare, da parte di ogni rotariano, gli ideali di servizio alla vita professionale e pubblica.Incrementare la comprensione internazionale e la pace mediante il diffondersi nel mondo di relazioni amichevoli tra persone con le più varie attività unite nell’ideale del servire.Adesso diamo uno sguardo più approfondito alle 4 vie d’azione.La prima via è l’Azione Interna che comprende tutte le attività che un rotariano è chiamato a mettere in atto per assicurare la crescita di un Club sano. L’azione interna comprende il partecipare alle riunioni del Club, prendere parte ai programmi del Club, prendere parte alle Commissioni e proporre nuove ammissioni. Un rotariano è considerato un socio assiduo se prende parte ad almeno il 60% delle riunioni. Qualche volta è impossibile partecipare per malattia, questioni familiari o impegni di lavoro. Si può compensare una riunione mancata con la partecipazione a una riunione di qualsiasi Rotary Club del mondo, a patto che lo si faccia entro i 14 giorni precedenti o successivi alla riunione mancata. Se un rotariano perde 4 riunioni regolari consecutive del Club è automaticamente escluso dall’Associazione. Il carburante che alimenta il Rotary e che aiuta a mantenere un’alta assiduità nei Club è l’affiatamento tra i soci. Come si suol dire, nessuno mai ottiene amicizia da una sedia vuota. Per promuovere l’affiatamento i rotariani sono incoraggiati a ricoprire tutti i ruoli nel Club, a partecipare a manifestazioni, caminetti, assemblee di Club e al Congresso Distrettuale, che è una versione locale della Conferenza Internazionale. Anche le famiglie dei rotariani sono anche spinte a partecipare al Congresso Distrettuale; in quella sede ognuno prende ispirazione e è portato a comprendere i più svariati aspetti del Rotary, sia locale sia internazionale e mentre sono lì vivono momenti entusiasmanti.
Un importante strumento per incrementare l’affiatamento e l’assiduità nelle riunioni dei Rotary Club è il bollettino, pubblicato settimanalmente dal Club. Riporta notizie sui soci, descrive i programmi delle settimane appena trascorse e dà informazioni sulle settimane venture, importanti notizie dal Governatore Distrettuale e qualche volta dalla Sede Centrale del RI, a Evanston, Illinois.

Un’altra chiave per mantenere un Club sano e attivo è quella di stimolare la positiva attitudine dei soci a presentare nuovi membri. È la migliore garanzia contro i Club "insonnoliti" e lasciati alla mezza età. In ogni Club ci sono tre questioni riguardo effettivo e affiatamento: il sistema basato sulle classifiche, lo sviluppo dell’effettivo e lo stesso rapporto di socio. Come già detto è il sistema delle classifiche di occupazioni che assicura al Club una sezione trasversale della comunità professionale e di affari nella quale il Club stesso vive.
Cos’è esattamente una classifica? È la principale e riconosciuta attività di una persona; può anche descrivere una la principale attività di una ditta, azienda o istituzione in cui lavora il socio, oppure la particolare attività professionale che vi svolge. All’inizio di ogni anno le classifiche vengono aggiornate sulla base dei service che la ditta o l'attività o la professione offre alla generalità delle persone nel territorio del Club; si stila una lista delle classifiche occupate e libere. Per esempio. Il rotariano Tom…X ha una piccola agenzia pubblicitaria. La sua classifica sarà "pubblicità". Il dottor Shirlie Johns è un fisico e la sua specialità è medicina interna. La sua classifica sarà "medicina: interna". Mettiamo che ci sia una occupazione (informatica) che non compaia nelle classifiche del RI; il Club dirà: "informatica: classifica disponibile". Se ci sono classifiche disponibili, queste sono pubblicate sul bollettino del Club. Comunque le classifiche non vengono "date" a un socio ma semplicemente prestate per tutta la durata della sua appartenenza al Club È compito della Commissione per lo sviluppo dell’effettivo trovare nuove persone qualificate per coprire le classifiche scoperte. Ed è compito dei membri della stessa commissione capire con quale classifica una persona proposta come socio possa essere introdotta nel Club.

Ciò ci porta alle diverse categorie di soci nei Club: ce ne sono 4, attivi, senior attivi, soci in congedo e soci onorari. Ogni socio che debba essere introdotto deve svolgere la propria attività o risiedere nei limiti territoriali del suo Club .

I soci attivi sono rotariani che tuttora svolgono l’attività descritta dalla classifica del Club e quindi sono divenuti soci del Club. Un socio attivo può proporre un socio attivo aggiunto che appartenga alla stessa classifica del proponente. Questo è un’importante strada per allargare l’effettivo di un Rotary Club.

I soci attivi automaticamente diventano senior attivi in 3 modi: essendo stati soci attivi di uno o più Club per 15 anni, avendo compiuto 60 anni con 10 anni di appartenenza ad un Club come socio attivo, oppure arrivando a 65 anni d’età con 5 anni si appartenenza come socio attivo.

Quando una persona diventa senior attivo, la sua classifica si rende libera e dovrebbe essere occupata prima possibile con un socio attivo qualificato. Questa è un’altra importante via per estendere ed aumentare l’effettivo. Quella che avete appena sentito è una descrizione generale delle categorie di soci. Per sapere i dettagli dell'effettivo dei soci al Club basta consultare lo statuto standard dei Rotary Club, pubblicato nel Manuale di Procedura. Altre fonti utili sono il Manuale del Presidente di Club e la Biblioteca di base del R (sentirete di queste ed altre pubblicazioni del RI in seguito).

Un altro gradino per un buon "service" del Club è il definire buoni programmi per il Club: rendono le riunioni settimanali interessanti e contribuiscono ad assicurare un Club attivo e vitale. Il presidente della commissione per i programmi dovrebbe provare a offrire ai soci relazioni interessanti ed importanti e dovrebbe avere uno o due programmi di emergenza pronti nel caso in cui lo speaker dia forfait all’ultimo minuto. È anche essenziale che le relazioni durante l’anno abbiano ad oggetto tutte le 4 vie d'azione, inclusa la RF. Così il Club sarà spinto a prendere parte a progetti che riguardino la comunità locale e comunità di altri territori. Troverete molti buoni consigli su ciò nel manuale del presidente e sul volume "Azione Interna" nella "Rotary basic library".

Visto che l'appartenenza di un socio ad un Rotary Club è basata sulla professione o sul lavoro, ne consegue che la seconda via d’azione sia l’Azione Professionale. Per molti anni l’Azione Professionale è stata vista come un contributo personale che ogni rotariano era chiamato a offrire sul suo posto di lavoro, sulla linea del mettere in pratica gli ideali del servire anche nel lavoro. Comunque questa concezione era molto vaga, e come risultato la seconda via d’azione era spesso trascurata. Per cambiare la situazione il Consiglio Centrale del RI nel 1987 ridefinì ed estese l’ambito dell’Azione Professionale, designandola come responsabilità sia dei rotariani sia dei Club e nel 1989 il Consiglio di Legislazione adottò una importante dichiarazione sull'azione professionale. La dichiarazione stabilisce che come rotariano impegnato in un lavoro o professione sono chiamato a :

  • considerare la mia professione come una ulteriore opportunità di servizio;
  • essere fedele alla lettera e allo spirito del codice etico della mia professione, alle leggi del mio Paese e alle consuetudini della mia comunità;
  • fare tutto ciò che è in mio potere per esaltare la dignità della mia professione e di mettere in pratica i più alti standard etici della mia professione;
  • essere leale con i miei impiegati, soci, colleghi, fornitori, clienti e con tutti quelli con cui vengo a contatto per il mio lavoro;
  • riconoscere l’onore e il rispetto dovuto a tutte la professioni utili alla società;
  • offrire le mie conoscenza e il mio talento professionali per creare opportunità per i giovani, per lavorare per il soddisfacimento delle necessità altrui e per migliorare la qualità di vita nella mia comunità;
  • agire onestamente nella pubblicità del mio lavoro e in ogni presentazione del mio lavoro ai clienti;
  • non rifiutare né esagerare nel concedere ad un amico rotariano speciali privilegi dovuti all’essere rotariani, normalmente non concessi in un rapporto di lavoro.

Uno standard di rettitudine che i rotariani nei loro Club sono incoraggiati a seguire nell’azione professionale è il test delle 4 domande. Si addice a tutte e 4 le vie e consiste in 4 domande che recitano:

Risponde alla verità?È giusto per tutti gli interessati?Ne scaturiranno buoni propositi e una amicizia più profonda?Sarà vantaggioso per tutti gli interessati?L’azione professionale sfida i rotariani ad applicare il test delle 4 domande alla loro professione. E sfida i Rotary Club ad applicarlo ai loro programmi e attività. Rotary Club in Nigeria e Germania per esempio hanno team che producono stampe in braille per ciechi o handicappati visivi. In Francia alcuni Club sono famosi per tenere congressi annuali sulla carriera di giovani di tutto il mondo, chiamati "Operations carrière". Un Club australiano sta creando un network sull’organizzazione per dare consigli gratuiti per nuove attività indipendenti, usando come risorsa principale professionisti esperti in pensione. Un Club statunitense ha indetto una serie di seminari sullo stress sul posto di lavoro e a casa e sulla qualità della vita in ufficio. I Club possono anche lavorare per ridurre il lavoro nella comunità, aiutando a raggiungere livelli di specializzazione, con l’introduzione di nuove tecnologie. E possono assistere nella lotta contro la droga o l’alcolismo sul posto di lavoro. Come in ognuna delle 4 vie d’azione, il solo limite è l’immaginazione. Il programma Voce, sponsorizzato dal Club di Delhi, India, ne è un buon esempio. Voice sta per Vocational Orientative Instruction CEnter. Il programma fornisce corsi di specializzazione e formazione professionale a giovani che hanno capacità di impiego. L’enfasi è sull’istruzione audiovisiva, sostenuta da esperienza sul campo, professori part time e stage. A Delhi grandi camion equipaggiati dal Rotary come stazioni mobili di formazione professionale raggiungono le persone a casa e sono in grado di istruire migliaia di persone ogni anno. Dice un rotariano del programma: è un metodo che dà risultati di successo, usando video e altri supporti; il metodo tradizionale di insegnamento è lento e ha molti limiti.

Insegnare per mezzo di un video è molte volte più incisivo. Puoi prendere il migliore insegnante di qualsiasi posto e ogni studente in ogni luogo può lavorare sotto la sua guida. Il video mostra come si fa, non dice come fare o chiedere.

La terza via d’azione è l'Azione di Pubblico Interesse, che è stata definita come "il polso del Rotary". Comprende tutte le attività che i rotariani svolgono, a volte in collegamento con altri gruppi, per migliorare la qualità di vita di tutti coloro che abitano nel territorio del Club. Per fare chiarezza sul gran numero di attività del Club, il Consiglio Centrale del Rotary International, nel 1990, ha diviso l’azione pubblica in 4 categorie, Progresso umano, Sviluppo della comunità, Protezione ambientale e Partner nel servire. Il board raccomanda che ogni Club stabilisca programmi sotto la guida del Presidente della apposita Commissione per operare in ognuna di queste aree. Lo sviluppo umanitario si focalizza sui programmi della lettera c, prevenzione alla droga, assistenza ai bambini e progetti simili. Lo sviluppo della comunità si occupa delle questioni più scottanti e moderne del service, che consistono nel migliorare fisicamente l’ambiente in cui vive la comunità, creando parchi, spazi di gioco, o progetti riguardanti biblioteche, scuole, centri di accoglienza sanitaria. La protezione dell’ambiente, consiste invece nella lotta all’inquinamento di ogni genere, nel preservare le naturali risorse, purificazioni, campagne di pulizia e riciclaggio, e sensibilizzare la comunità alla necessità di conservare e proteggere l’ambiente. Il noto slogan "pensa globalmente, agisci localmente" è una buona guida. L'area dei Partner nel servire contempla la creazione di relazioni con le organizzazioni che il Rotary sponsorizza. Questo include il Rotaract e l’Interact.

Come fa un Club a proporre un progetto riguardante l’Azione di Pubblico Interesse? Prima di farlo bisogna fare 3 cose importanti:

Esaminare i progetti attualmente in essere per vedere se possono essere continuatiFare un’indagine tra uomini d’affari, organismi civili, e abitanti del luogo per determinare quale nuovo progetto porterebbe maggiore beneficio alla comunitàLavorare con organizzazioni già esistenti per realizzare l’obiettivo del Club.Ci sono migliaia progetti in essere in tutto il mondo. La fama del Rotary infatti si poggia su di essi. Parte da semplici giornate di pulizia del quartiere per arrivare a complessi progetti a largo raggio, come una grande fonderia per la clinica di una comunità. Il Club di Bruxelles est ha lavorato con la Lega Braille di Bruxelles per produrre una cartina in braille della città per i non vedenti. Molti Rotary Club in Distretti indiani supportano quelli che chiamano "Camps", dove chirurghi volontari hanno restituito la vista a migliaia di persona con la cataratta. In Tenesse, Usa, i rotariani hanno lavorato per tanti anni a una città per giovani di famiglie disagiate. Oltre a provvedere alle necessità umane più elementari, il progetto prevede che ai giovani sia insegnato a coltivare verdure, frutta e altri generi per il mercato e per eliminare i sovracosti. Ha detto un residente lì: grazie alla città dei giovani, ho potuto trasformare la mia vita in qualcosa di positivo per me stesso e la comunità, invece di diventare un salasso per la società, ho costruito un’attività autonoma e creato lavoro per latri, sono capace di restituire qualcosa alla comunità che mi ha dato così tanto.

Oltre alle attività che i Club intraprendono autonomamente c’è una serie di progetti ufficiale che si possono annoverare nell'ambito della Azione di Pubblico Intresse. Vediamone alcuni.

Il Rotaract è un’organizzazione di servizio sponsorizzata dal Rotary per giovani uomini e donne d’affari dai 18 ai 30 anni, fondato nel 1968 annovera più di 150.000 soci in 6.600 Club in 146 Paesi. I Rotaract sono composti da studenti universitari e da giovani che hanno ultimato gli studi. Si incontrano due volte al mese e anche un socio del Rotary Club sponsor, di solito della Commissione dei partner nel servire, partecipa ad almeno uno di questi incontri. Questo rotariano aggiorna il suo Club sulle attività e sulle riunioni del Rotaract sponsorizzato. Le riunioni del Rotaract prevedono relatori, ospiti speciali, attività sociali, discussioni e visite agli altri Club. Perché i giovani si iscrivono al Rotaract? In parte per accrescere il loro sviluppo professionale. Per questo motivo i Rotaract spesso ospitano relatori sul management, affari, tecnologia e argomenti simili.

Ogni Rotaract porta avanti almeno un progetto di Azione di Pubblico Interesse e un progetto internazionale ogni anno. I Rotaractiani servono come tutor nei programmi della lettera c, si occupano della prevenzione dell’abuso di stupefacenti, organizzano campagne di pulizia del territorio, aiutano gli anziani, prestano le loro capacità professionali in programmi internazionali e molto altro. Un’altra ragione per la quale i giovani si iscrivono al Rotaract è semplicemente il divertimento, e ce n’è in abbondanza, visto che la raccolta fondi per progetti internazionali avviene anche in barbeque, balli, gite e festival culturali e facendo scambi, visitando Club in altri paesi. Uno dei progetti più ambiziosi portato aventi da un Rotaract è stata una bicicletta anfibia per 36 persone, guidata e "pagaiata" da Rotaractiani tedeschi, costruita per trovare fondi per la Polioplus. Per un mese i Rotaractiani hanno pedalato per terra e per mare, in Inghilterra e attraverso il canale fino alla Francia, poi in Belgio e in Olanda. Qualcosa come 285 imprese hanno sponsorizzato il giro, che è stato anche assistito da 24 Club in 4 nazioni. Il progetto generò 210.000 dollari per la Polioplus, la maggior parte dei quali sono stati utilizzati per bambini indonesiani e della zona occidentale dell'Africa. Come un Rotaractiano ha esultato: siamo grati di avere questa opportunità di dare un contributo reale al mondo. Attraverso questo progetto ho imparato che quasi niente è impossibile. Questo tipo di entusiasmo può rendere uniti, non è sorprendente che i Rotaractiani spesso diventino ottimi rotariani.

Il Rotary sponsorizza anche progetti per i giovani dai 14 ai 18 anni. Fondato nel 1962 chiamato Interact, opera in modo simile al Rotaract. Gli Interact sono sponsorizzati dai Rotary Club, costituiti in ambito scolastico o su scala regionale. Attualmente ci sono 152.000 interactiani in 6.700 Club in 101 Paesi. Il programma offre la possibilità ai più giovani di imparare la soddisfazione del servire. Gli Interact organizzano campagne contro l’abuso di droga, lavorano con i bambini disabili, fanno marce per la pulizia del territorio e partecipano in altre attività. I membri dell’Interact in California, per esempio, si spostarono fino al Messico, dove costruiscono due campi da gioco e provvidero a fornire di vestiti molti abitanti locali. Anche importante è il RYLA che cominciò in Australia ed è ora svolto nella maggior parte dei Rotary. I propositi del RYLA sono 4: 1) dimostrare il rispetto e la preoccupazione del Rotary per i giovani 2) incoraggiare e assistere i giovani leader o potenziali leader dai 18 ai 24 anni e formarli con leadership training 3) incoraggiare la forte leadership tra i giovani 4) onorare pubblicamente la eccezionale qualità dei giovani che servono la comunità come leader. Il programma del RYLA di solito ha origine dalla Commissione RYLA del Rotary. Il programma consiste in una serie di seminari sulla leadership, attività sociali in un camp o in un posto di ritrovo. I partecipanti sono selezionai tra vari background. Molti di essi hanno di esperienza negli scout, altri hanno strane qualifiche, un partecipante era il leader ufficiale di una banda di motociclisti ma il RYLA l’ha aiutato a cambiare strada e lo aiutò a diventare il capo di un’agenzia pubblica di servizi sociali che lavora con ragazzi disadattati.

Il Rotary Village Core RVC è un’altra importante iniziativa di servizio. Consiste in progetti per lo sviluppo della comunità, aiutati da gruppi di servizio guidati da leader locali che ottengono affari e assistenza dal Club locale sponsor. RVC è stato disegnato per aiutare le persone ad aiutarsi. L’obiettivo è migliorare la qualità di vita in un villaggio rurale, in una città o in altre aree depresse.

I rotariani assistono anche finanziariamente i RVC aiutando i soci a trovare soldi, organizzando eventi nella comunità. In Pensilvania, Usa per esempio, un RVC ha organizzato un corso per il restauro di mobili e un commercio di pizza, con l’aiuto del CLUB sponsor. In tutto il mondo circa 4100 RVC lavorano per migliorare la propria comunità in 39 paesi.

Un programma-ombrello in essere da 10 anni nel RI sta aumentando l’alfabetizzazione nel mondo. Iniziato nel 1986 questa campagna vitalissima sta guadagnando la partecipazione di sempre più Club ogni anno.

L'Azione Professionale ha sempre rivestito un'importanza fondamentale per i rotariani. È quindi naturale che questi ultimi siano preoccupati dagli effetti negativi dell'analfabetismo sul mondo del lavoro. Come esempio, un remoto villaggio indiano, la cui popolazione è per lo più illetterata ora ha un nuovo centro di alfabetizzazione. I locali stanno imparando a leggere grazie al supporto di un Club vicino. E il progetto "write to read" in Sudafrica ha ricevuto un bus attrezzato da un Rotary Club. Il Club ha donato un registratore ed altro materiale per insegnare a leggere.

Forse la più evidente dimostrazione dell’incremento dell’alfabetizzazione è la trasformazione della vita di una persona. Questo è testimoniato dalla esperienza di una donna che decise di partecipare ad un progetto di apprendimento di lettura sponsorizzato da un RC in Texas. Dopo aver finito il programma passò dal dover pulire case e uffici per vivere al lavorare come infermiera pediatrica diplomata e ora sta studiando per diventare infermiera professionale.

Altro programma rotariano è "Salviamo il pianeta terra", che ha come finalità quella di stoppare la devastazione delle risorse della terra. Nato nel 1990 il programma pilota interessava 4 aree: piante, animali, inquinamento ambientale e risorse acquee, e un forte accento sull’educazione civica. I Rotary sono spinti a tenere workshop per identificare i problemi locali della comunità e proporre soluzioni. Ai Club viene anche richiesto di mandare informazioni su programmi di salvataggio del pianeta di successo all’ufficio centrale del Rotary International perché gli altri Club ne prendano spunto.

Qualcuno una volta disse: "se hai un messaggio da diffondere, affidalo a una persona". Questo è ancora più vero nell’Azione di Pubblico Interesse Mondiale, che è la 4 via d’azione rotariana. Questa azione dà ai rotariani l’opportunità di arrivare tranquillamente al di là degli oceani, varcare i confini nazionali, di trovarsi a fronteggiare una moltitudine di necessità umane, mediante assistenza materiale, tecnica, professionale…. Promuove inoltre la comprensione internazionale.

Essenzialmente abbraccia 4 diverse aree:

Azione a favore della comunità mondiale e programmi collegatiAttività di scambi culturali ed educativi internazionaliEventi ed accadimenti internazionaliIncontri internazionali.La Rotary Foundation, i cui programmi e attività seguono l’azione internazionale, è fortemente attiva in ognuna di queste aree. La RF, che ha celebrato gli 80 anni dalla nascita nel 1997, è un’associazione non profit che si occupa di sovvenzioni umanitarie alle persone bisognose dell’intera comunità mondiale e progetti mondiali.

Mette anche a disposizione contributi per progetti educativi di scambi universitari di studenti e professori e persone d’affari e professionisti. L’obiettivo della RF è il raggiungimento della comprensione internazionale e della pace mediante programmi internazionali umanitari ed educatvi. Dopo la morte di Paul Harris nel 1947 i rotariani contribuirono con 1.300.000 dollari alla RF in onore del fondatore del Rotary. Questa generosa donazione rese possibile la sovvenzione della RF di programmi di specializzazione per laureati, il suo primo significativo progetto internazionale. Questo tradizionale supporto della RF continua anche oggi; quelli che partecipano allo scopo della RF con il contributo di almeno 1000 dollari, o mediante 1000 dollari donati in loro onore o memoria sono, a loro richiesta, nominati amici di Paul Harris. Le persone possono anche contribuire con 1000 dollariversati a rate, divenedo così Soci Sostenitori di Paul Harris. Ogni persona riconosciuta come PHF (Paul Harris Fellow)è distinta con un certificato commemorativo, una penna e una medaglia. Fino al 1998 c’erano più di 648.000 PHF in tutto il mondo. La maggior parte sono rotariani convinti della finalità della RF e che hanno deciso di supportare i suoi programmi. Un numero sempre crescente sono familiari di rotariani. Inoltre buon numero di Club usa il PHF per onorare i suoi stessi soci o i leader locali, nazionali o internazionali, che abbiano mostrato un impegno negli obiettivi della RF di comprensione internazionale e di pace. Questo supporto rende possibile un largo numero di attività e programmi di profonda efficacia.

Il progetto più ambizioso nella storia del Rotary è il programma Polioplus. È nato nel 1985 e ha finora raccolto 334.000.000 di dollari e sta ora lavorando mediante organismi governativi e organizzazioni private, Rotary Club e altri Per aiutare a sradicare la polio in tutto il mondo. Questo obiettivo impegnerà i Rotary Clubfino al 2005, richiedendo l’attivo coinvolgimento di rotariani ovunque e una contribuzione totale di 500.000.000 dollari.

Un altro importante ramo dell’Azione Internazionale e l’Azione Pubblica Mondiale. Questo programma include programmi molto specializzati, come il centro di formazione professionale alla scuola nazionale in Pakistan, supportato dai Rotary Club locali. In più i Club in Inghilterra e Giappone, insieme a molte società internazionali contribuirono attivamente a costruire il centro. Grandi o piccoli che siano i bisogni di una comunità, quello che conta di più è incontrarli. Un Club in Danimarca per esempio ha messo insieme e trasportato scarpe e vestiti in Polonia. Uno dei suoi progetti preferiti è una casa per bimbi ciechi, dove possano trovare giochi e cibo. Un importante supporto per i progetti di azione internazionale è il DIN (Donation Information Network). Raccoglie offerte di beni donati, provviste e servizi, tutto, dal ricovero ospedaliero a traduzioni, a fattorie di animali, e li relaziona alle richieste di questi beni, per aiutare il mondo del Rotary.

Il network è coordinato da un sistema di informazione computerizzata centrale operante nell’headquarter del RI, in Evanston. I progetti di azione internazionale a volte sono qualificati per i "matching grants" o per gli "help & humanity grants" dalla RF. Con i matching grants della RF si finanziano vari progetti educativi e assistenziali di Club e Distretti, per migliorare la comprensione internazionale. Tali progetti includono la creazione di cliniche in villaggi del Bangladesh, un sistema di purificazione dell’acqua in un villaggio indiano, l’organizzazione di un servizio che accompagna i bambini a scuola in Messico.

Alcuni progetti internazionali richiedono sopralluoghi preliminari per assicurare il successo dell’operazione. Contributi di Carl Miller sono disponibili per portare a termine la fase del tutto iniziale del progetto. Le sovvenzioni sono amministrate dal programma dei Volontari del Rotary di cui sentirete dopo.

Le sovvenzioni per la ricerca sono state rese disponibili da una generosa donazione di Carl P Miller, Presidente Internazionale nel 1963 e 4 e sua moglie Ruth. I programmi "health and humanity" della RF, o programmi delle 3 h, venivano varati nel 1980 per commemorare il 75° anniversario della nascita del Rotary nel 1905. Il loro obiettivo è di aumentare lo sviluppo sociale e umanitario nel mondo. I 3 h grants, contributi per le 3 h (health, hunger and humanity) sovvenzionano progetti per un sistema integrrato di cura della salute, studiato per raggiungere 300.000 persone in Malesia, in Guatemala, riabilitazione di handicappati in India. Qualche volta il Rotary immobilizza risorse a livello locale, nazionale e internazionale per rendere il progetto più reale e profondo. In Tailandia, per esempio c’è un unico complesso scolastico per giovani ciechi, sordi e con altri handicap con un orfanotrofio. Il progetto che assiste complessivamente 266 giovani è aiutato da Padre Tom, un prete cattolico. Una delle regole di Tom è di non girare mai le spalle a nessun bimbo bisognoso., come dice il padre abbiamo sempre stanze, facciamo sempre stanze.

Tra i progetti di più successo vi sono i corsi di elettronica e computer, che hanno le percentuale notevole dell’1% di successiva occupazione. Il Padre dice sempre che non avrebbe mai raggiunto il suo obiettivo senza l’aiuto del Rotary. Non molto tempo fa ha aggiunto: i rotariani ci hanno dato non solo un supporto finanziario, ma anche supporto morale. Come si esprime questo supporto? Negli anni i rotariani in Tailandia hanno offerto il loro tempo e talento per supportare il progetto. Un Club locale ha attivato un programma per bambini malati al cervello. Un altro Club locale ha in piedi un programma di sponsorship e raccoglie soldi per modernizzare le attrezzature informatiche di una scuola per disabili.

A migliaia di chilometri da lì un Club in Danimarca e un altro in Inghilterra hanno donato fondi per il progetto "Scuola per audiolesi". I 2 Club hanno ricevuto anche un contributo di 50.000 dollari come matching grant dalla FR per creare una scuola per ciechi; infatti circa 160 rotariani inglesi e danesi e le loro mogli spesso partono per la Tailandia per essere d'aiuto per l'apertura della scuola e hanno presentato Padre Ray come PHF. In più Club in Australia e negli Usa hanno contribuito al progetto. Come ha detto Padre Ray riguardo a questi ragazzi: il mio obiettivo non è quello di cambiare il mondo, non posso farlo, ma sentirò di avere avuto un successo se solo gli avrò insegnato a avere il controllo della loro mente, a guadagnarsi le loro risorse, ad avere una vita di cui essere orgogliosi.

Le attività che riguardano gli scambi internazionali di studio e culturali occupano una grande area dell'azione internazionale che include i più conosciuti programmi rotariani, come lo Scambio giovani. Ogni anno 7000 giovani di età compresa tra i 15 e i 19 anni si spostano per vivere presso famiglie ospiti in altri paesi fino a un massimo di un anno accademico. Il programma è portato avanti dai Club e Distretti locali e normalmente ogni giovane dello scambio è assegnato a un tutor rotariano. Il motto "ogni rotariano sia esempio ai giovani" fa intravedere il forte collegamento del Rotary con i giovani. Con lo scambio ai giovani è data l'opportunità di vivere il quotidiano con la famiglia ospite e in più la possibilità di finire i propri studi; i giovani dello scambio giovani agiscono come ambasciatori dei loro paesi, frequentando Club, organizzazioni della comunità in cui stanno, gruppi di giovani nel loro paese ospite. Come disse un ragazzo francese disse dopo il suo soggiorno in Austria: come creare legami amichevoli tra persone di diverse culture? Sembra a volte miracoloso, ma è quello che fa il Rotary, con il desiderio di aumentare la comprensione, di comprendere le differenze tra le persone, abbiamo anche imparato molto su noi stessi e su molte cose in generale.

Un altro pilastro nella promozione di programmi educativi è la RF, che è il maggior sponsor privato di programmi educativi nel mondo. Ogni anno più di 1.000 Borse di studio annuali degli ambasciatori sono devolute a studenti per studiare in Paesi diversi dal loro. Sono riconosciuti quasi tutti i campi di studio e i borsisti possono seguire sia studi universitari che di formazione professionale. Borse speciali sono previste per gli studenti giapponesi e per lo sviluppo dell'agricoltura. In più le sovvenzioni del RI per i docenti universitari per corsi in paesi in via di sviluppo.

Quanto è importante una borsa di studio come ambasciatore del Rotary per un giovane intelligente e motivato che stia iniziando la sua carriera? Bill Moyers, un giornalista di fama mondiale, commentatore politico, che ha avuto una borsa di studio della RF dice: il Rotary mi ha permesso di soddisfare la mia curiosità, di aumentare la mia ambizione, e mi ha insegnato quale sia il significato del Rotary: ottenere quello che si vuole ottenere e mai dimenticarsi di chi ci ha aiutato ad ottenerlo. Il programma degli Scambi di Gruppi di Studio che fornisce contributi a gruppi composti da persone attive nei vari settori della vita economica e professionale di spostarsi e studiare in un altro Paese per 4 o 6 settimane. I partecipanti non sono rotariani e sono seguiti da un rotariano. Gli viene data la possibilità di incontrare persone del distretto ospite che esercitano la loro stessa professione, e visitano uffici, aziende e scuole. Due distretti partecipano a ogni scambio, ognuno dei due manda e riceve una squadra durante l'anno rotariano.

Il programma dei Volontari del Rotary è un altro progetto internazionale. Il programma finanzia le spese di rotariani e rotaractiani che mettono a disposizione i loro servizi personali e la loro esperienza in un altro Paese. Dietro invito di un Club della Nigeria per esempio, un medico canadese ha insegnato per un anno radiologia diagnostica a 150 studenti in medicina all'ospedale universitario. E un dentista colombiano ha operato per 6 settimane in una clinica brasiliana.

Una espressione nel servizio rotariano per i giovani è quello a favore degli handicappati. Questi camps sono di solito organizzati in paesi vicini durante l'estate e hanno un leader che sovrintende. Il maggior obiettivo del camp è di trattare i giovani disabili nello stesso modo dei giovani sani.

Un altro scopo è quello di aumentare la comprensione internazionale con l'amicizia rotariana. Il primo camp è stato tenuto in Norvegia nel 1978 e servì a far convivere ragazzi sani e portatori di handicap di diversi paesi. I camp sono condotti sulle linee guida dello scambio dei giovani e sono finanziati dal Rotary, da singoli e da altre organizzazioni.

Un'altra cosa da menzionare circa l'impegno del Rotary nella globalizzazione sono le "World fellowship activities". Queste attività aiutano l'amicizia internazionale mediante hobby e attività ricreative. I gruppi di amicizia rotariana spaziano dagli scacchi al golf, allo sci ed altro. Questo programma, con gli scambi amicali che spingono i rotariani a soggiornare da altri rotariani, con le rispettive famiglie, in altri Paesi, offre ai rotariani la possibilità di aumentare il loro giro di amicizie nel Rotary.

Occasioni ed eventi particolari danno al Rotary la possibilità di osservare e promuovere il service rotariano. Ci sono mesi speciali, come il mese della FR, novembre, il mese della comprensione internazionale, febbraio, durante i quali i Club sono spinti a promuovere progetti che siano in tema con la destinazione del mese.

In più i Club sono indotti a favorire lo sviluppo dell'alfabetizzazione mondiale in una specifica campagna chiamata "Speranza per leggere": i tre modi principali per i Club di essere coinvolti sono il l'Azione di interesse mondiale, i matching grants della RF e i programmi delle 3 h.
I meeting internazionali creano opportunità di creare legami di amicizia che durano spesso per anni e anni; questi includono la Convention annuale internazionale, i Congressi di zona, i programmi per la pace, gli incontri interpaese e molti altri meeting internazionali. Molti scambi di gruppi di studio o di giovani sono nati in seguito a contatti iniziali presi a questi meeting internazionali.

La Convention Internazionale è una riunione grande, piena di colore, di elementi formativi, istruttivi ed altamente motivanti, presentati attraverso una serie di conferenze nel corso di sessioni plenarie e di sedute di discussione piene di vita e di interesse, tenute per lo più da relatori di fama mondiale, in un clima di profonda amicizia e terminanti di solito in una serata di gala in cui si possono ammirare, accanto ai variopinti costumi delle donne africane, i turbanti multicolori dei rotariani dell'Asia, i gonnellini a quadri di quelli scozzesi, e miriade di altri in un cicaleccio di lingue, le più diverse le une dalle altre. La Convention è aperta a tutti i rotariani, molti dei quali vengono volando con la famiglia attraverso oceani. Quello dei programmi per la pace è il nuovo capitolo nel lavoro del Rotary per l'armonia mondiale. Nato nel 1987, è uno dei service internazionali sponsorizzato dalla RF. Incoraggiano attività come i forum rotariani in diverse parti del mondo, cui prendono parte rotariani e un vasto pubblico, che analizzano le cause dei conflitti e cercano soluzioni per risolverli.
I Club nei Distretti sono spinti a intraprendere attività che aumentino la comprensione e l'amicizia tra persone di diverse nazioni.

Come avete sentito i rotariani hanno molte opportunità per essere coinvolti in attività di servizio internazionale. Quelli che lo fanno ottengono particolari gratificazioni: l'aver aiutato paesi in via di sviluppo, la conoscenza di un'altra cultura, e la soddisfazione per aver lavorato per un obiettivo comune.

Notevole nei programmi rotariani nelle 4 vie di servizio è la flessibilità: le circostanze cambiano e lo stato delle persone pure. Il fondatore del Rotary Paul Harris mai ha pensato che il Rotary potesse rimanere stabile. Più di 30 anni dopo la fondazione ha scritto: questo è un mondo che cambia. Dobbiamo essere pronti a cambiare con esso. La storia del Rotary dovrà essere scritta ancora e ancora. Negli anni la Segreteria del RI ha dato supporto all'aumento e alla diversificazione dei progetti e degli sforzi del Rotary. Adesso mantiene uno staff di 400 impiegati full time nella sede centrale, situata in un sobborgo di Chicago, a Evanston, Illionois. Un altro centinaio di persone dello staff seguono il Rotary nelle altre segreterie di zona nel mondo. Solo la sede centrale riceve 1 milione di lettere in un anno la stamperia rotariana produce più di 4 milioni di pubblicazioni all'anno e altri editori esterni ne producono ancora di più. Per facilitare le operazioni finanziarie internazionali, viste le restrizioni economiche presenti in alcuni paesi, il RI mantiene conti bancari in 38 paesi. Per rimanere al passo con l'era dell'informazione il Rotary mantiene anche una vasta rete di comunicazione tramite un network, manuali, lettere di comunicazioni, brochures, video, materiale di comunicazione e altri strumenti per Distretti, Club e singoli rotariani, tendenzialmente su ogni aspetto del service rotariano.
Gran parte di queste informazioni sono distribuite in 9 lingue, le altre in circa 22. Il notiziario del Rotary per esempio è inviato dalla Segreteria a tutti i Presidenti e le Segreterie del mondo, pubblicato 10 volte all'anno, contiene articoli su una vasta gamma di argomenti, attività e programmi rotariani, riporta attività del board e contiene messaggi del Presidente Internazionale e altri annunci importanti.

Le lettere della Segreteria Internazionale sono inviate a ogni Governatore Distrettuale. Allo stesso tempo ogni Governatore manda una lettera mensile a tutti i Presidenti (o Segretari) dei Club del Distretto. La maggior parte dei Club pubblica un bollettino settimanale per distribuire materiale e notizie ai soci.

In più il giornale ufficiale del RI, The Rotarian, è pubblicato in inglese e brani di esso sono riportati nelle riviste ufficiali regionali. Questa rivista è un'importante sorgente di idee e progetti rotariani. Mediante essa i rotariani sono portati a condividere le loro idee e informazioni di Club con gli amici rotariani.

Fondamenti del Rotary è una importante risorsa di informazioni per tutti i rotariani , i suoi 7 volumi delineano le 4 vie d'azione, la RF, le attività per la gioventù e danno una visione d'insieme sul Rotary, inclusa la sua storia, filosofia, programmi e attività. È pubblicato in 9 lingue e periodicamente aggiornato. Il Manuale di procedura , il più importante libro di regole rotariane, include il regolamento, lo statuto e le regole di procedura del RI. È pubblicato ogni 3 anni, in 9 lingue, dopo ogni riunione del Consiglio di Legislazione, il parlamento del Rotary.
L'Official Directory è una lista di tutti i Club, suddivisi per Distretti, dei quali sono riportati luoghi e orari di riunione, e dirigenti. Pubblicato ogni anno, è un compagno essenziale per ogni rotariano in viaggio che desideri compensare un'assenza alle riunioni del proprio Club. Contiene anche una lista di alberghi convenzionati col Rotary in 70 paesi. Il network rotariano RNN è il patrimonio audiovisivo del Rotary: una tipica aggiunta di 15 minuti che contiene 3 o 4 principali argomenti. Prodotto 4 volte all'anno è disponibile su abbonamento.
Il simbolo del Rotary è una ruota che vuol significare l'unione di uomini e donne di diversi Paesi. Cosa vuol dire davvero essere rotariani e servire gli altri?

"Dopo aver assistito i poveri delle città in 3 anni di supporto alla clinica oculistica in Messico, questa è la cosa più utile che abbia fatto nella mia vita, sono stato un socio Rotary per 18 anni, ma non lo sono stato finché non sono venuto qui ad aiutare le persona a vedere, lì sono diventato davvero rotariano".

Unendoti nel servizio e nell'amicizia ai circa 1.200.000 rotariani nel mondo avrai grandi opportunità: l'opportunità di diventare forte nel tuo Club, di rendere la tua comunità un posto migliore, di essere un buon esempio per i giovani, per promuovere i più alti ideali etici nella tua vita professionale e di migliorare la vita di persone in altri Paesi.

Facendo questo anche tu crescerai davvero. Ogni volta che toccherai la vita di un altro, questi diventerà parte del tuo mondo.

Sito realizzato da Niccolò Banti